Richiesta
 

Storia e tradizione

L'Hotel Evaldo sorge sui resti di un antico mulino di proprietà del signor Vito Lezuo,
nato nel 1914 da una famiglia della vallata. Dopo aver frequentato le scuole, il signor Vito lavora d'estate negli alberghi della zona, mentre d'inverno svolge la professione di maestro di sci. Nei primi anni 50 intravede la possibilità di aprire una piccola pensione ad Arabba, che in quegli anni vive un notevole sviluppo sotto il profilo alberghiero. Così egli amplia e ristruttura un antico mulino ereditato dal padre. Grazie alle proprie capacità professionali e con il valido aiuto della moglie Maria, nel 1957 apre la pensione Evaldo.

Ben presto la pensione diventa meta di una numerosa ed affezionata clientela, tanto che il signor Vito è costretto a continui ampliamenti e ristrutturazioni per far fronte alle mutate esigenze del turismo locale. Un ruolo importante nell'ambito della pensione viene svolto dal figlio dei titolari, Evaldo, il quale già da piccolo collaborava in modo attivo non appena libero dagli impegni di studio. Dal matrimonio con la signora Stefania è nato il figlio Michael, che ha frequentato l'istituto tecnico per il turismo di Gorizia e successivamente la "Berufsfachschule" di Altoetting in Germania. Nell'autunno del 2001 c'è stata l'ultima grande ristrutturazione con l'aggiunta di 10 camere e di un bellissimo centro benessere con piscina.
L'Hotel Evaldo continua ad essere condotto dal Signor Evaldo, da sua moglie Stefania e dal figlio Michael.
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.